Camomilla: più di una semplice pianta

schermata-2016-02-23-alle-14-49-36Matricaria chamomilla, nota come la camomilla, è una pianta erbacea annuale, il cui nome deriva dal greco χαμαίμηλον (mela della terra, per il suo odore simile alla mela renetta).
Gli antichi Egizi consideravano la camomilla come rimedio per il dolore degli arti e la nevralgia; mentre nel Medioevo la camomilla era considerata un ottimo aiuto contro la stanchezza, per le sue proprietà toniche. Di questa pianta sono solitamente raccolti fiori, preferibilmente dopo aver perso petali e solo dopo che si sono seccati sulla pianta. La camomilla è una pianta molto popolare in molti settori della vita quotidiana per le sue numerose applicazioni benefiche. Con i fiori della camomilla sono preparati infusi e tisane, blandamente sedative, perché produce un rilassamento muscolare, dovuta alla presenza di flavonoidi e cumarine. Queste combinazioni di principi attivi rendono la camomilla utile in caso di crampi intestinali, indigestione, sindrome dell’intestino irritabile, spasmi muscolari e dolori mestruali, ma anche nei casi di tensione nervosa e di stress. È utilizzato anche per facilitare il sonno e aiutare una buona notte.
La tintura madre della camomilla, facilmente reperibile in erboristeria, si ottiene dalla macerazione tutto il fiore in alcool puro, può essere utilizzata per dare sollievo alle gengive infiammate, basta immergere un batuffolo di cotone nella tintura e passarla sulla zona dolorante.
L’olio essenziale, con un aroma molto intenso, sempre rintracciabile in farmacia, è utile per la cura della pelle. Dal trattamento di acne, eczema o prurito fino a maschere anti-invecchiamento. Per la sua funzione lenitiva e anti-infiammatoria della pelle, mescolate alcune gocce di altri olii (come l’olio di mandorle) , stendetele poi sulla pelle e lasciateli agire per 20 minuti prima di risciacquare. Mentre per usare quest’olio essenziale come maschera di bellezza è sufficiente aggiungerne qualche goccia alla vostra crema giorno e usarla come al solito.
La camomilla è utilizzata anche come ingrediente in colliri omeopatici.
Ci sono molti altri modi per utilizzare camomilla, sono i metodi classici della nonna, vale a dire quelle cose che le nonne suggerivano quando eravamo piccoli (e non), per esempio, se prepariamo due tazze di camomilla (non zuccherata), una volta raffreddata possiamo versarla sui capelli appena lavati e attendere 10 minuti prima di tamponare e continuare l’asciugatura per dei capelli luminosi.
Se abbiamo gli occhi gonfi o infiammati possiamo fare degli impacchi caldi (tramite l’immersione batuffoli di cotone in camomilla), metterli sugli occhi, lasciandoli per per una decina di minuti, mentre, con lo stesso metodo, ma con la camomilla fredda è possibile ridurre i segni di una notte di dissolutezza.

You can read this post in english here.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...