Confettura di frutta: gioia organica fatta in casa

schermata-2014-07-30-alle-14-42-20.pngVi manca l’estate? Come godere della frutta profumata in questa stagione? Semplice: con una buona confettura! La differenza tra la marmellata (a base di agrumi a pezzi, limone e zucchero) e confettura (frutta a pezzi, limone e zucchero) è minima nella preparazione ma decisamente diversa nel sapore. Oggi vi spiegherò come fare la confettura con le nettarine a polpa bianca, metodo valido per tutti gli altri frutti. Assicuratevi di acquistare frutta molto matura, preferibilmente biologica e non di serra. Lavate accuratamente le nettarine (potete farle riposare 10 minuti in 4, tagliatele a pezzi grossolanamente e pesateli, il peso della frutta già pronta per essere utilizzata sarà fondamentale per determinare le quantità degli altri alimenti. Per ogni kg di frutta sono necessari 350g di zucchero e 1/3 di limone. Nel mio caso ho pulito, tagliato e pesato 3kg di nettarine, direttamente sulla padella per non perdere il succo, 1 kg di zucchero (ho preferito togliere 50g di zucchero perchè le nettarine erano molto buone e dolci per fortuna), potete scegliere sia zucchero di canna che bianco, nel mio caso ho scelto quello di canna perchè assieme alle nettarine crea una confettura più profumata (almeno secondo me) e il succo di un limone intero (spremuto precedentemente per evitare di avere semi dentro la confettura). Ora che avete preparato tutto, mettete la padella su fuoco basso, e mescolate con un cucchiaio di legno fino a quando lo zuccherò sarà perfettamente sciolto. La cottura della confettura richiede tempo e pazienza ma poco sforzo, vi basterà mescolare ogni 10/20 minuti. Se dopo la prima ora e mezza dalla cottura le nettarine sono ancora a pezzetti, sentitevi liberi di frullare il tutto per accelerare il processo di addensamento della confettura. Dopo due ore la confettura dovrebbe essere pronta, per verificarlo ponete un cucchiaino di confettura su un piattino, lasciate raffreddare qualche secondo e raddrizzate il piattino. La confettura dovrebbe scendere lentamente verso il basso. Quando raggiunge la “lentezza” che apprezzate in una confettura (vi ricordo che sarà meno densa di quella del negozio), spegnate il fuoco e in velocità riempite i vasetti sterilizzati, chiudeteli e rovesciateli per creare il sotto vuoto. I vasetti dovranno restare a testa in giù (coperchio appoggiato) fino al completo raffreddamento della confettura. Se vi state chiedendo come sterilizzare i vasetti, beh vi basterà farli bollire per 5 minuti in una pentola d’acqua e poi farli asciugare su un panno pulito. Aver ottenuto il vuoto nei vasetti è facilmente controllabile, vi basterà premere il coperchio, se non sentirete suoni allora avrete ottenuto il sottovuoto, se premendo sentite un “click clack” allora dovrete scaldare il vaso con la confettura e farlo riposare a testa in giù.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...