Riso: estremamente benefico per i celiaci

riceIl riso (Oryza sativa) è una pianta appartenente alla famiglia dei cereali con origini molto antiche, infatti sembra che la prima forma selvatica fosse già emerso più di 12.000 anni fa lungo le pendici dell’Himalaya, ma ha subito molti cambiamenti morfologici e fisiologici a causa di processi di adattamento a diverse climatiche condizioni, prima di arrivare. Questo cereale è composto principalmente di carboidrati, ma contiene anche fino al 7,5% di proteine, fino al 1,3% di grassi. Il riso, che può essere apprezzato da coloro che soffrono di celiachia, ha molte proprietà, infatti è molto digeribile, grazie alla buona concentrazione di vitamina B e l’alta concentrazione di fibre che aiutano il movimento del cibo nel tratto intestinale. Il riso contiene molte vitamine tra cui la vitamina B1, B2, B3, B9 ed è ricco di minerali come potassio, che aiuta a regolare il ritmo cardiaco, selenio, che aiuta a stimolare il sistema immunitario e la produzione di anticorpi. Infine il riso ha un effetto protettivo sui reni, grazie al suo potere rinfrescante, astringente e rinfrescante.

 

Ortica: non solo pruriginosa

ortica-021L’ortica (Urtica dioica) è una pianta perenne diffusa, originaria dell’Europa, Asia, Nord Africa e Nord America, riconoscibile per le foglie con peli urticanti, che, quando viene toccata può causare prurito negli uomini e negli animali. L’ortica, però, è anche una pianta commestibile (grande come ingrediente per frittate) e una pianta medicinale, in quanto ha molte proprietà benefiche per il nostro organismo. Le foglie di ortica, ricche di clorofilla, hanno proprietà anti-anemiche, ma anche vasocostrittrici (contrae i vasi sanguigni) e emostatiche (fermano il sanguinamento), per cui è spesso usato in caso di flusso mestruale, sangue dal naso e dall’utero. L’ortica è consigliata anche in caso di convalescenza, di malnutrizione e di sfinimento, perché le foglie, ricche di minerali come fosforo, magnesio, calcio, silicio, manganese e potassio e vitamine (A, C e K) lo rendono utile come rimineralizzante e come tonico. Ha anche proprietà diuretiche, purificanti e alcalinizzanti, che lo rendono adatto per alleviare i reumatismi, artrite, gotta, calcoli renali, calcoli biliari e di iperglicemia e di cistite; e, in generale, quando si ha bisogno di un’azione disintossicante. Infine, il contenuto di creatina in piccole dosi nelle ortiche, ha la proprietà di facilitare la digestione e assimilazione del cibo, in quanto facilita la secrezione del succo pancreatico. Grazie alla presenza di tannini possiede anche proprietà astringenti, per questo è spesso usato per fermare la diarrea o dissenteria. Curiosità! L’ortica è una tintura pianta, adatta per tessuti coloranti. Le sue foglie posso essere usate per tingere di colore verde, mentre le radici danno un colore giallo ai tessuti.

Lamponi: piccoli morsi di vitamine

lamponeIl lampone (Rubus idaeus) è una pianta cespugliosa originaria dell’Europa continentale e in Asia Minore, che appartiene alla famiglia delle Rosacee, coltivata fin dal XVI secolo, facilmente reperibile nelle foreste e nelle aree collinari, riconoscibile per i suoi frutti rossi-rosa, coperti da una leggera peluria. Il frutto del lampone, oltre ad una elevata quantità di acqua, contiene molti minerali come magnesio, sodio, fosforo, potassio, magnesio, zinco, ferro, manganese, rame e calcio. Contiene anche vitamine A, B1, B2, B3, B5, B5, C, E, K e J, acido citrico, pectina (fibra) e fruttosio (zucchero). I lamponi sono particolarmente ricchi di antociani, sostanze in grado di esercitare un’azione antiossidante molto prezioso. Oltre ad essere una gustosissima lamponi frutta sono estremamente vantaggioso per il nostro corpo, questi frutti sono energizzante, rinfrescante e rimineralizzante, la presenza di vitamina C, per esempio, rafforza il sistema immunitario e previene le infezioni del tratto respiratorio superiore.
Le foglie contengono flavonoidi (rutina) e possono essere utilizzati, come decotti o infusi, per diminuire la ritenzione idrica, grazie alle loro proprietà diuretiche, ma anche come rimedio per la diarrea, grazie alla presenza di tannini che esercitano un astringente.
Purtroppo a causa della presenza di acido ossalico, questo frutto è controindicato per coloro che hanno problemi con gotta e iperuricemia.

You can read this post in english here.