Riso: estremamente benefico per i celiaci

riceIl riso (Oryza sativa) è una pianta appartenente alla famiglia dei cereali con origini molto antiche, infatti sembra che la prima forma selvatica fosse già emerso più di 12.000 anni fa lungo le pendici dell’Himalaya, ma ha subito molti cambiamenti morfologici e fisiologici a causa di processi di adattamento a diverse climatiche condizioni, prima di arrivare. Questo cereale è composto principalmente di carboidrati, ma contiene anche fino al 7,5% di proteine, fino al 1,3% di grassi. Il riso, che può essere apprezzato da coloro che soffrono di celiachia, ha molte proprietà, infatti è molto digeribile, grazie alla buona concentrazione di vitamina B e l’alta concentrazione di fibre che aiutano il movimento del cibo nel tratto intestinale. Il riso contiene molte vitamine tra cui la vitamina B1, B2, B3, B9 ed è ricco di minerali come potassio, che aiuta a regolare il ritmo cardiaco, selenio, che aiuta a stimolare il sistema immunitario e la produzione di anticorpi. Infine il riso ha un effetto protettivo sui reni, grazie al suo potere rinfrescante, astringente e rinfrescante.

 

Zucchero non raffinato: è super salutare?

brown-sugarLo zucchero di canna non raffinato, come dice il nome, deriva dalla canna da zucchero (Saccharum officinarum), una pianta originaria dell’Asia tropicale.
Lo zucchero è costituito da saccarosio, una molecola disaccaride che agisce come fruttosio e glucosio, una fonte di energia e carburante per tutto il corpo (compreso il cervello e muscoli). La differenza principale tra zucchero raffinato (quello bianco) e non raffinato, è la presenza, nello zucchero non raffinato, di potassio, calcio, ferro. La quantità di minerali presenti è trascurabile (rispetto alla quantità di zucchero si dovrebbe consumare in una dieta sana). Il colore giallastro dello zucchero greggio è dato dai residui di canna da zucchero che sono presenti nei cristalli di saccarosio prima della raffinazione.
Ogni giorno si dovrebbe ingerire un massimo di 90 grammi di zucchero (comprese quelle già presenti negli alimenti confezionati o nei dolci), quindi la tipologia di zucchero scelta non è determinante. Sicuramente sostituire l’uso dello zucchero con del miele, apporta benefici, ma, se assunti nelle quantità consigliate, non è un cambiamento fondamentale.
Il glucosio è uno degli alimenti chiave nella vita, ma troppo zucchero può portare ad obesità, carie e diabete, quindi è importante non esagerare.
Detto questo, ricordatevi di non credere ciecamente a ciò che sentite o leggete, informatevi sempre, siate curiosi, imparerete nuove cose!

You can read this post in english here.