Torta Vegetariana: una ricetta che soddisfano

Vegetarian PieEcco una ricetta gustosa per qualcosa di facile e gustoso.
Per preparare la pasta: 300 g di farina di grano tenero tipo 0, 150 ml di acqua, 50 ml di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale.
Mettete la farina a fontana su una  spianatoia lavata e asciugata accuratamente, aggiungete il sale e l’olio e cominciate a mescolare. Aggiungete l’acqua un po’ alla volta, l’impasto non deve essere appiccicoso. Continuate a lavorare per 12-15 minuti, a questo punto il vostro impasto sarà morbido e potrete formare una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per almeno 20 minuti. Nel frattempo iniziate a grigliare le melanzane. Stendete la pasta con il mattarello.
Una volta che avete steso la pasta sfoglia sulla parte superiore della carta forno, posizionatela nella teglia, bucatela leggermente con i rebbi di una forchetta e versate due bicchieri di salsa di pomodoro, aggiungete un pizzico di sale, le melanzane grigliate e tagliate a fettine, 200g di mozzarella affettata e tagliata, 6 foglie di basilico e un pizzico di sale. Cuocere in forno preriscaldato a 180 ° per 40 minuti e lasciar raffreddare per 15 minuti prima di servire.

Ricetta sana e gustosa: patatine di zucchine

zucchini sticksOggi vi propongo una ricetta molto sana, molto semplice e abbastanza veloce, per rendere gustose le zucchine anche per i bambini. Queste zucchine sono deliziose e hanno solo 109 kcal per porzione (96g di carboidrati, 2g di grassi, 22g di proteine, 465mg di sodio, 11g di zucchero e ben 9g di fibra).
Per prepararla pre-riscaldate il forno a 110 gradi centigradi, con la teglia inserita, già coperta da carta oleata, così da non usare condimenti grassi e sarà più facile da pulire una volta terminato.
Per preparare una porzione, vi servono 230 grammi di zucchine (buccia compresa), 5 grammi di parmigiano reggiano, 13 grammi di panatura pronta (che includa uova e pangrattato liofilizzati) e 0,4 grammi di sale (un pizzico). Tagliate le zucchine a bastoncini e asciugatele accuratamente, posizionate le zucchine asciutte in un sacchetto di plastica, aggiungete gli ingredienti secchi e spezie a vostra scelta, come la paprica e il peperoncino. Agitate il sacchetto chiuso ripetutamente fino a quando le zucchine saranno completamente ricoperte. Disponete le zucchine (con attenzione) sulla teglia calda e infornatele per 25 minuti, una volta cotte, lasciatele raffreddare sulla teglia da forno per un paio di minuti prima di servire. Buon appetito 🙂

Pasta di pollo destrutturata

img_1484.jpegOggi vi vorrei proporre un pasto, adatto ad ogni stagione, facile da preparare e conservare che può essere trasportato: una pasta di pollo destrutturata. Per prepararlo avrete bisogno di alcuni ingredienti gustosi, petto di pollo, pomodorini, pasta integrale e spinaci e, naturalmente, sale e origano. Nella stagione invernale si possono sostituire i pomodorini con gli asparagi o i funghi e gli spinaci con bietole o cardi, la pesca è sostituibile con un’arancia.
Preparate una pentola in cui far bollire l’acqua per la pasta e una padella antiaderente o in pietra in cui cucinare il pollo e scottare i pomodori (senza usare condimenti aggiuntivi).
In primo luogo, mettere a bollire l’acqua e pesate la pasta (circa 60g). Nella padella calda mettete a cuocere 150g di petto di pollo e fatelo cuocere con un pizzico di origano e sale, ricordandovi di cuocerlo bene (il pollo crudo è pericoloso!!!). Dopo aver cotto il pollo, tagliate i pomodori a metà, salateli e metteteli a rosolare a lato della carne. Quando l’acqua di cottura della pasta bollirà, gettate la pasta e cuocendola secondo i tempi di cotture. Scolate la pasta e scottatela in una padella con gli spinaci. Completate il piatto con un frutto gustoso come l’arancia o la pesca….Buon appetito 🙂

Torta in una tazza: facile e rapida ricetta

Ci sono giorni in cui ci sentiamo come il bisogno di qualcosa di dolce, ma siamo in fretta e non abbiamo voglia di comprare qualcosa al fast food. Per questo motivo, vi presento due tipi di ricette, la cui preparazione richiede appena 5 minuti, che con 7 semplici ingredienti soddisferà la vostra voglia. Per preparare queste piccole torte in tazza vi servirà una tazza, un frullatore ad immersione, il forno a microonde e un cucchiaino per gustarlo 🙂 Mettete tutti gli ingredienti nella tazza (fatta eccezione per le gocce di cioccolato e i frutti di bosco di cui metterete da parte 5 grammi per la decorazione in superficie), frullate per per 2 minuti e poi, una volta a ottenere una crema appiccicosa, posizionate le gocce di cioccolato e la bacche congelate sulla superficie. Ora mettete la tazza nel forno a microonde (a 850 watt), vi basteranno 80 secondi per la torta al cioccolato e 3 minuti per quella con i frutti congelati. Qui di seguito troverete gli ingredienti, valori nutrizionali e le foto del risultato 🙂 Ricordate che questa è una prima colazione completa, non serve mangiare qualcosa di extra, basta bere un tè o caffè.

schermata-2014-08-09-alle-11-42-57-1.pngTorta con gocce di cioccolato, ingredienti: 64g di farina tipo 0, 1g di sale, 15g di zucchero di canna, 10g di olio extravergine di oliva, 40ml di latte intero, 25g di gocce di cioccolato amaro, 5g di lievito vanigliato.

Valori nutrizionali per porzione: 503 kcal, 16g di grassi (6g grassi saturi, 8g grassi mono-insaturi, 2g grassi polinsaturi), 78g di carboidrati (30g di zuccheri), 8 g di fibre, 11g di proteine, 4mg di colesterolo, 853mg di sodio, 370mg di potassio, 40% RDA calcio, 16% RDA ferro).

 

Torta con frutti rossi, ingredienti: 65g schermata-2014-08-09-alle-11-42-57.pngdi farina tipo 0, 1g di sale, 15g di zucchero di canna, 10g di olio extravergine di oliva, 40ml di latte intero, 25g di gocce di frutti rossi congelati, 5g di lievito vanigliato.

Valori nutrizionali per porzione: 395 kcal, 12g di grassi (2g grassi saturi, 8g grassi mono-insaturi, 2g grassi polinsaturi), 66g di carboidrati (18g di zuccheri), 8 g di fibre, 10g di proteine, 807 mg di sodio, 330 mg di potassio, 36% RDA calcio, 16% RDA ferro).

 

 

 

Lievito naturale: maggiore è l’invecchiamento, migliore diventa

lievito-madre.jpgSecondo la leggenda, il lievito naturale è stato scoperto al tempo degli Egizi, quando, per caso, è stato lasciato sotto il sole di un pezzo di impasto Matzah che, fermentato, divenne morbido e arioso. In seguito è stato utilizzato per creare un nuovo tipo di pane e poi è diventato di uso comune. Come per il lievito di birra, questo lievito è vivo e quindi ha un metodo di preparazione e conservazione ben definito, anche se ogni fornaio cambia qualche dettaglio per renderlo più personale, segue sempre dei passaggi fondamentali. Il lievito naturale, chiamato anche il lievito acido,  è una miscela di acqua e farina acidificata da batteri lattici e lieviti (tra cui diverse specie di Saccharomyces, Candida, e specie eterofermentanti e homofermentative) che sono in grado di avviare la fermentazione dell’impasto per fornai e pasticceri. Se si riceve in regalo, basta iniziare a prendersene cura: di solito più il lievito è vecchio maggiore è la sua stabilità, il suo sapore sarà meno acido, il pH del vostro pane migliorerà; se avete deciso di produrlo a casa, ora vi spiego come fare.
Ingredienti:
200 grammi di farina tipo “0” biologica
100 grammi di acqua calda
1 cucchiaino di miele biologico (utilizzato per avviare la fermentazione, cioè, ad alimentare i microrganismi).
Come per produrre la prima fase di lievito:
Mescolare bene tutti gli ingredienti, fino ad ottenere una piccola palla morbida e liscia. Conservare questo primo impasto in una ciotola coperta con un panno umido e lasciate riposare a temperatura ambiente (tra i 18 ei 25 gradi) per 48 ore.
Come nutrire la pasta nei seguenti giorni:
Trascorso questo tempo, procedere al primo rinnovo, rimuovete la crosta che si è formata, pesate la pasta (grammi indicati sulla bilancia sono quelli che dovrete aggiungere di farina), aggiungete la farina tipo 0 e una quantità d’acqua pari a circa il 60% dei grammi di farina aggiunti, impastate e mettete tutto in un contenitore di vetro o ceramica e chiudete la parte superiore,  lasciate riposare coperto per circa 36 ore ad una temperatura di 22/25 °. Queste operazioni devono essere ripetute ogni giorno fino a quando la massa della pasta lievitata non avrà triplicato il volume iniziale (circa 3 settimane).
Preservare il lievito:
Se intendete utilizzare una parte del lievito ogni giorno o un giorno si e uno no, potete conservarlo in un contenitore di vetro a chiusura ermetica, ricordandovi di nutrirlo la sera prima dell’utilizzo. Ma se pensate di utilizzare il lievito solo raramente, ponetelo comunque in un contenitore di vetro con chiusura ermetica, ma tenetelo in frigo e nutritelo ogni 8/10 giorni.
Utilizzare il lievito:
Il giorno prima a quando si pensa di utilizzare il lievito, nutritelo in tarda mattinata e alla sera, così da renderlo più attivo.

Confettura di frutta: gioia organica fatta in casa

schermata-2014-07-30-alle-14-42-20.pngVi manca l’estate? Come godere della frutta profumata in questa stagione? Semplice: con una buona confettura! La differenza tra la marmellata (a base di agrumi a pezzi, limone e zucchero) e confettura (frutta a pezzi, limone e zucchero) è minima nella preparazione ma decisamente diversa nel sapore. Oggi vi spiegherò come fare la confettura con le nettarine a polpa bianca, metodo valido per tutti gli altri frutti. Assicuratevi di acquistare frutta molto matura, preferibilmente biologica e non di serra. Lavate accuratamente le nettarine (potete farle riposare 10 minuti in 4, tagliatele a pezzi grossolanamente e pesateli, il peso della frutta già pronta per essere utilizzata sarà fondamentale per determinare le quantità degli altri alimenti. Per ogni kg di frutta sono necessari 350g di zucchero e 1/3 di limone. Nel mio caso ho pulito, tagliato e pesato 3kg di nettarine, direttamente sulla padella per non perdere il succo, 1 kg di zucchero (ho preferito togliere 50g di zucchero perchè le nettarine erano molto buone e dolci per fortuna), potete scegliere sia zucchero di canna che bianco, nel mio caso ho scelto quello di canna perchè assieme alle nettarine crea una confettura più profumata (almeno secondo me) e il succo di un limone intero (spremuto precedentemente per evitare di avere semi dentro la confettura). Ora che avete preparato tutto, mettete la padella su fuoco basso, e mescolate con un cucchiaio di legno fino a quando lo zuccherò sarà perfettamente sciolto. La cottura della confettura richiede tempo e pazienza ma poco sforzo, vi basterà mescolare ogni 10/20 minuti. Se dopo la prima ora e mezza dalla cottura le nettarine sono ancora a pezzetti, sentitevi liberi di frullare il tutto per accelerare il processo di addensamento della confettura. Dopo due ore la confettura dovrebbe essere pronta, per verificarlo ponete un cucchiaino di confettura su un piattino, lasciate raffreddare qualche secondo e raddrizzate il piattino. La confettura dovrebbe scendere lentamente verso il basso. Quando raggiunge la “lentezza” che apprezzate in una confettura (vi ricordo che sarà meno densa di quella del negozio), spegnate il fuoco e in velocità riempite i vasetti sterilizzati, chiudeteli e rovesciateli per creare il sotto vuoto. I vasetti dovranno restare a testa in giù (coperchio appoggiato) fino al completo raffreddamento della confettura. Se vi state chiedendo come sterilizzare i vasetti, beh vi basterà farli bollire per 5 minuti in una pentola d’acqua e poi farli asciugare su un panno pulito. Aver ottenuto il vuoto nei vasetti è facilmente controllabile, vi basterà premere il coperchio, se non sentirete suoni allora avrete ottenuto il sottovuoto, se premendo sentite un “click clack” allora dovrete scaldare il vaso con la confettura e farlo riposare a testa in giù.

Brodo di pesce: il segreto degli chef

20140723-073158 pm-70318076.jpgCi sono occasioni nella nostra vita quando si vuole stupire il nostro partner o la nostra famiglia e gli amici con un buon risotto o semplicemente si vuole godere di un delizioso piatto nel comfort della propria casa. Il segreto per fare un delizioso risotto di pesce è il brodo di pesce, ne avete mai sentito parlare? Questo brodo è sempre usato dagli chef nella preparazione della base di molti piatti, si tratta semplicemente di bollire gli scarti del pesce in acqua e aromi. Per spiegare meglio cosa sia il brodo di pesce, vi illustrerò come preparare un delizioso risotto con gamberi argentini e zucchine per due persone.
Per preparare il brodo di pesce e il risotto vi serviranno 8 gamberi provenienti dalla Argentina, una piccola zucchina, 3 noci di burro, un pezzo 5 cm di porro, origano (altre spezie a piacere), 1 lime, 180g di riso Arborio e, ovviamente, il sale.
Iniziate rimuovendo la testa e la coda del gambero e mettetele da parte. Utilizzate metà del porro, tritatelo finemente e mettetelo a cuocere in una pentolino caldo con una noce di burro fino a quando il porro apparirà leggermente marrone. Quando saranno cotti i porri (ci vogliono solo pochi minuti) aggiungete le teste e le code dei gamberetti, fate scottare per un minuto, poi aggiungete le spezie e coprite il tutto con acqua. Lasciate cuocere il tutto per un lungo periodo di tempo (circa 40 minuti) a fuoco lento, coprendo il pentolino con un foglio di alluminio che lascia fuoriuscire leggermente il vapore. Mentre il preparato sobollirà fate pure ciò che volete (ricordandovi di mettere i gamberi puliti, ovvero senza budello e sciacquati, in frigo). Al termine della cottura del brodo di pesce, filtrate il brodo per rimuovere le spezie e gli alimenti. Il brodo che ne otterrete va messo su un secondo pentolino assieme ad un bicchiere d’acqua e fato riscaldare per essere usato nella preparazione del risotto.
Per preparare il risotto: prendete i gamberi puliti dal frigo, fateli scottare in una padella calda con una noce di burro e fate sfumare con il succo di mezzo lime. Quando i gamberi appariranno rosa (con i bordi tendenti al marrone), rimuoveteli dal fuoco e lasciateli riposare su un piatto a parte. Nella padella appena utilizzata per preparare i gamberi, senza lavarla ma senza gamberi, fate scottare le zucchine tagliate a pezzetti, il resto del porro e il riso, mescolate per qualche secondo. Aggiungete un bicchiere di brodo di pesce caldo e iniziate a mescolare. Il riso Arborio richiede 16 minuti per essere pronto e per prepararlo nel miglior modo è necessario mescolare spesso e aggiungere piano piano il brodo di pesce per farlo assorbire del tutto prima di aggiungerne altro. Quando il riso sarà quasi pronto per essere servito, aggiungete i gamberetti tritati grossolanamente e mescolate. Una volta cotto, spegnete il fuoco, aggiungere una noce di burro e aggiustate di sale mescolando continuamente per rendere il risotto perfetto.