Carvi: il cumino dei prati che profuma di anice

carviIl carvi (Carum carvi), noto anche come cumino dei prati è una pianta originaria biennale, in Europa e in Asia, centrale e occidentale. I frutti hanno un sapore pungente simile all’anice e il suo aroma proviene dagli oli essenziali in esso contenuti (limonene e carvone). Questa pianta viene usata come spezia, soprattutto nel pane, ma anche per la produzione di liquori come il Kümmel, e per insaporire carni e formaggi. In Grecia questa pianta è nota per le sue proprietà medicinali, l’olio essenziale di questa pianta, infatti, viene utilizzata per le sue proprietà digestive perché ripristina la flora batterica. Inoltre, l’olio essenziale ha anche proprietà antimicrobiche nei confronti di alcune infezioni intestinali come la Salmonella. Inoltre, un decotto preparato dai semi può aiutare a combattere la flatulenza. Molti non sanno che questa pianta aiuta anche in caso di amenorrea e problemi per la produzione di latte nei mesi dopo il parto.

 

Curiosità: sale marino delle Hawaii “Alaea Rosso”

file_7_13Il sale Alaea rosso è riconoscibile per il caratteristico color terracotta (tra l’arancione e marrone) a causa della terra rossa (Alaea), di origine vulcanica, presente nel territorio delle Hawaii, che durante l’essiccazione al sole arricchisce il sale di ferro, il che lo rende 5 volte più ricco rispetto al normale sale iodato. Questo sale, colorato e ricco di ferro, ha un sapore unico, A parte il diverso colore, il sapore è unico, un sapore tostato, simile a quello delle nocciole tostate. L’ideale sarebbe consumare questo sale grezzo, insaporendo carne o pesce alla griglia. Ricordate, per quanto questo sale sia estremamente ricco di minerali, è comunque ricco di sodio, non abusatene!

Zafferano: colorata spezia digestiva

zafferano.jpgCrocus sativus, comunemente chiamato lo zafferano (زعفران) coltivata in Asia Minore e in alcune zone del Mediterraneo, è una spezia molto costosa perché ci vogliono circa 200.000 fiori e 500 ore di lavoro per produrre 1 chilo di zafferano in pistilli! Lo zafferano è privo di calorie, ricco di sapore (è necessaria una piccola quantitàper aromatizzare e colorare i piatti), contiene anche una buona quantità di minerali come potassio, magnesio, calcio e fosforo, ma anche ferro e selenio e ha effetto come antiossidante. Il merito del potente effetto antiossidante dello zafferano è di tre carotenoidi (crocetina, crocina e picrocrocina), che hanno la capacità di legare e di neutralizzare i radicali liberi, proteggendo le cellule e aumentare il sistema immunitario. Lo zafferano è una spezia utile che aumenta la resistenza immunitaria e la digestione.

Epazote: non solo per le enchiladas

chen_02L’ epazote (Dysphania ambrosioides) è un’erba popolare usata dai nativi messicani e centroamericani fin dai tempi antichi, conosciuta più spesso come “se del verme” per il suo uso come rimedio per i parassiti intestinali. Questa erba è nota come spezia nella cucina messicana, ha un forte sapore muschiato. Germogli e foglie giovani vengono spesso utilizzati per la preparazione di zuppe, piatti di fagioli, enchiladas, chilaquiles, dando un sapore unico al piatto mentre le foglie mature, con un aroma più pungente, sono spesso utilizzate come digestivo. Questa erba, a basso contenuto di calorie, fornisce una buona quantità di fibre, ma anche di acido folico, vitamina B e C e minerali come il selenio, rame, zinco, ferro, manganese, calcio e potassio. Inoltre contiene una piccola quantità di vitamina A e antiossidanti come il beta-carotene. La sua efficacia come vermicida è data dalla combinazione di tossicità per i vermi ed dal potente potere lassativo che poi espelle i vermi intestinali.

Maggiorana: aroma terapeutico

maggioranaLa maggiorana, Origanum majorana, è un’erba aromatica originaria del Sud-ovest del Mondo, ma si è diffuso dalla regione Mediterranea alle Indie, come l’origano, dal quale differisce per l’assenza degli oli essenziali. La maggiorana, insieme ad una sorprendente quantità di fibre, contiene vitamina A, importante per la pelle e la vista, la vitamina C, importante per le proprietà di difesa immunitaria e antispasmodiche, ma anche il beta-carotene, ferro, calcio, potassio, manganese, rame, zinco e magnesio. Questa spezia è usata principalmente nella cucina mediterranea, ma ha importanti usi terapeutici. Tradizionalmente viene utilizzato per alleviare i disturbi degli organi riproduttivi femminili, i disturbi gastro-intestinali (gonfiore allo stomaco, digestione lenta, eruttazione, flatulenza), ma anche come un diuretico. L’infusione di questa spezia aggiunta al bagno caldo ha un effetto rilassante.

Cardamomo: spezia digestiva dall’India

cardamomL’albero di cardamomo (Elettaria cardamomum), da cui si ricava la spezia, è originario del sud dell’India, ma si può trovare in tutta l’area del Sud-Est Asiatico. Di questa pianta si possono utilizzare i baccelli essiccati, piccoli e di colore verde chiaro, o i semi, di color terra, in forma polverizzata. Conosciuto e utilizzato dai Romani e dei Greci, il cardamomo contiene molti minerali, come il potassio, il magnesio, il calcio, il fosforo, il manganese, lo zinco e il ferro, così come le vitamine B e C. Le proprietà del cardamomo sono principalmente legate alla stimolazione dei succhi gastrici, utili per la digestione, può essere aggiunto ad alcuni alimenti come i legumi, le verdure cotte o il cavolo per evitare la sensazione di gonfiore. Il cardamomo contiene cineolo, una sostanza efficace nell’alleviare i disturbi respiratori, ma anche il mal di gola e la faringite.
Un’altra importante proprietà è la capacità del cardamomo di abbassare la pressione del sangue, infatti se si assumono oralmente 3 grammi di cardamomo per un massimo di 12 settimane, si può notare un miglioramento nella salute ipertensiva.

Vaniglia: l’aroma più dolce

124_vanilla-iStock_000013465100SmallLa vanilla Planifolia è un’orchidea messicana i cui frutti sono comunemente chiamati baccelli, quando questi vengono fatti essiccare si ottiene la spezia nota come vaniglia. La vaniglia, a partire dal 1841, viene coltivata con successo nell’isola di Borbone (ora Ile de la Réunion), che si trova ad est del Madagascar. Nel corso dei decenni, i contadini dell’isola, hanno introdotto la cultura della vaniglia nel resto del Madagascar, a partire dall’isola di Nosy Be. Attualmente, ci sono tre varietà di vaniglia, a seconda della zona in cui è coltivata: Borbone, di qualità eccezionale, Tahiti, con un aroma più delicato e fruttato con produzione limitata, e Tahitensis, prodotta in Papua Nuova Guinea, con un aroma più piccante.

La vaniglia, utilizzata in cosmetica e cucina, ha alcune vitamine, tra cui tutte quelle del gruppo B (1,2,3,5,6), ma è molto ricca di molte proprietà.
La vaniglia è un antisettico, un prezioso calmante naturale, molto utile per combattere stress e insonnia, soprattutto se abbinata a del latte caldo. Il sapore particolare della vaniglia è dato dalla vanillina, un polifenolo con proprietà antiossidanti che aiuta a mantenere giovane il nostro organismo combattendo l’azione dei radicali liberi. Alla vaniglia sono da sempre attribuite proprietà afrodisiache, uno studio condotto sui lavoratori di vaniglia ha rivelato l’esistenza di una malattia professionale che, tra i sintomi manifestati, è riconoscibile da una incessante eccitazione sessuale incessante. L’olio essenziale di vaniglia è utile per rilassarsi e liberarsi dallo stress, specialmente se abbinato ad un massaggio.

You can read this post in english here.