Torta Vegetariana: una ricetta che soddisfano

Vegetarian PieEcco una ricetta gustosa per qualcosa di facile e gustoso.
Per preparare la pasta: 300 g di farina di grano tenero tipo 0, 150 ml di acqua, 50 ml di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale.
Mettete la farina a fontana su una  spianatoia lavata e asciugata accuratamente, aggiungete il sale e l’olio e cominciate a mescolare. Aggiungete l’acqua un po’ alla volta, l’impasto non deve essere appiccicoso. Continuate a lavorare per 12-15 minuti, a questo punto il vostro impasto sarà morbido e potrete formare una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela riposare in frigo per almeno 20 minuti. Nel frattempo iniziate a grigliare le melanzane. Stendete la pasta con il mattarello.
Una volta che avete steso la pasta sfoglia sulla parte superiore della carta forno, posizionatela nella teglia, bucatela leggermente con i rebbi di una forchetta e versate due bicchieri di salsa di pomodoro, aggiungete un pizzico di sale, le melanzane grigliate e tagliate a fettine, 200g di mozzarella affettata e tagliata, 6 foglie di basilico e un pizzico di sale. Cuocere in forno preriscaldato a 180 ° per 40 minuti e lasciar raffreddare per 15 minuti prima di servire.

Hummus: ricetta Medio Orientale per i ceci

quickhummousandolive_71473_16x9Hummus, una ricetta di ceci dalle origini antiche, simbolo del Medio Oriente, ricca di proteine ​​e sostanze nutritive. Il primo uso documentato dei ceci per creare hummus nel Medio Oriente è citata nel Vecchio Testamento (la Bibbia) in cui si dice che al primo incontro tra Rut e Boat a Betlemme lei gli offrì dell’hummus “Poi, al momento del pasto, Boaz le disse: Vieni qua, mangia del pane, e intingi il tuo boccone nell’aceto“. (Ruth 2-14). I ceci sono legumi particolarmente adatti per la dieta vegetariani, contengono molte vitamine tra B1, B2, B3, B5, C, K, J, e molti minerali come potassio, calcio, fosforo e magnesio. I ceci sono altamente nutrienti cibo grazie alla presenza di acidi grassi insaturi (buono) e fibre che aiutano l’intestino. Infine questi legumi possono essere mangiati anche da chi soffre di celiachia in quanto non contengono glutine. L’hummus, il cui ingrediente principale sono proprio i ceci, è una ricetta molto semplice, ma con una lunghissima preparazione, in quanto i ceci (300g per questa ricetta per quattro persone) devono essere messi a bagno per una notte in acqua fredda (l’acqua deve essere doppia, in quantità, rispetto ai ceci). Dopo aver lasciato in ammollo i ceci noterete che sono aumentati di volume, a questo punto sciacquate i ceci e lessateli in una pentola con acqua (l’acqua deve superare di almeno 4 cm il livello dei ceci), 2 cucchiai di olio e il succo di due limoni. Cuocete a fuoco medio con il coperchio, fino a quando i ceci diventeranno abbastanza morbidi. A questo punto scolare i ceci e metterli nel frullatore unire 2 spicchi d’aglio, tritate finemente con 3 cucchiai di olio d’oliva, succo di limone, 3 cucchiai di tahini, sale e pepe a piacere.

You can read this post in english here.

Avocado: frutto degli Aztechi

Schermata 2016-02-12 alle 09.13.30.pngAvocado (Persea americana) è un a forma di pera frutta originaria del Sud del Messico e l’America centrale. Gli Aztechi lo hanno sempre ritenuto un frutto afrodisiaco e gli diedero il nome ahuacatl, il che significa testicoli, anche per la forma di questo frutto. L’avocado è una pianta che ben si adatta al clima tropicale, che è caldo temperato, ma non sopporta temperature inferiori ai 4 ° C. Ci sono molte varietà di avocado, ma i più conosciuti e commercializzati sono:
– Fuerte e Ettinger: (foto in alto, rispettivamente, il primo e il secondo) di forma allungata con sottile pelle verde e luminoso;
– Hass: (foto in basso a sinistra) ha una pelle di maturazione che cambia colore, dal verde al buio, la pelle è ruvida ed è considerato l’avocado migliore degustazione;
– Nabal: (foto in basso a destra) la forma è rotonda, pelle spessa e il suo sapore molto delicato.
L’avocado è un frutto energetico, un’ottima fonte di calcio e potassio, l’avocado contiene anche quantità significative di grassi monoinsaturi e fibre, che sono utili per difendere il cuore e per combattere il diabete, ma anche per aiutare a combattere il colesterolo “cattivo” (LDL ) nel sangue. È una fonte di vitamine A, B1, B2, D, E, K, H, PP. Il suo consumo è indicato soprattutto per chi segue una dieta vegetariana. Ha infine un effetto digestivo e aiuta a combattere la dissenteria, essendo un grande astringente.

You can read this post in english here.