Dattero: dolce frutto orientale

dateLa pianta dei datteri, Phoenix dactylifera, appartiene alla famiglia delle Arecaceae o Palmaceae ed è originaria del Nord Africa. Questa pianta è una palma molto alta, che può raggiungere i 9 metri di altezza e produce fino a 50kg di deliziosi datteri. I datteri possono essere consumati freschi ma spesso vengono essiccati al sole per ridurne la deperibilità, possano essere fermentati per creare un brandy chiamato arrak, o utilizzati in forma di miele e farina. I datteri contengono una buona dose di minerali come potassio, magnesio, fosforo, selenio, calcio, sodio, e anche una piccola percentuale di zinco, rame, manganese e ferro; ma anche vitamina A, vitamina B1, B2, B3, B5, B6, vitamina K e J. Grazie alla buona percentuale di potassio presente nei datteri, sono molto utili per bilanciare il livello di liquidi nel corpo e mantenere in forma il sistema cardiovascolare. Inoltre i datteri sono anti-infiammatori per l’apparato respiratorio.

Gombo: che strano frutto

okra.pngIl gombo (Abelmoschus esculentus) è una pianta della famiglia delle Malvaceae, che viene spesso chiamato okra o molondron. Questa pianta produce frutti commestibili di colore verde, è originaria dell’Africa, ma è ormai noto in quasi tutto il mondo. L’okra è un frutto con poche calorie (30 calorie per 100 grammi), che non contiene grassi saturi e colesterolo, ma è una buona fonte di fibre, potassio, zinco, calcio, ferro e magnesio. Esso contiene anche vitamina A, vitamina C, vitamina K, vitamina B9, vitamina B6. Questi nutrienti sono particolarmente utili per coloro che soffrono di diabete perché, grazie alle fibre che contiene, aiuta a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue. Questo frutto aiuta anche a ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi, ed è estremamente importante per le donne incinte perché è ricco di acido folico, che è essenziale per il feto. L’ocra può essere utilizzato anche come rimedio naturale per capelli, perchè può rivingorire capelli, utilizzate dell’okra tagliato orizzontalmente bollito fino raggiungere una consistenza gommosa e aggiungete del limone.

Papaya: frutti rivitalizzante

20140718-063904 pm-67144037.jpgCarica papaya è una pianta originaria dell’America Centrale, molto diffusa in Brasile e nelle isole Hawaii. Questo frutto è una bacca carnosa, arancione quando arriva a maturazione e verde quando acerbo, ha una polpa dolce e succosa buono per essere consumata fresco, dopo aver tolto i semi neri. La papaia è composta principalmente da acqua, ma contiene anche molti elementi benefici quali minerali (calcio, ferro, fosforo e magnesio), anche vitamina C e la vitamina E,  vitamina A (un potente antiossidante), utile per la rigenerazione della pelle. Le proprietà più conosciute della papaya sono antiossidanti e rigeneranti, in realtà è spesso usato come maschera esfoliante del viso. Ma la papaia ha anche proprietà diuretiche, antinfiammatorie e digestive.
Uno dei suoi meno conosciuti usi è come detergente per lenti a contatto, per rimuovere i residui di proteine.

Maggiorana: aroma terapeutico

maggioranaLa maggiorana, Origanum majorana, è un’erba aromatica originaria del Sud-ovest del Mondo, ma si è diffuso dalla regione Mediterranea alle Indie, come l’origano, dal quale differisce per l’assenza degli oli essenziali. La maggiorana, insieme ad una sorprendente quantità di fibre, contiene vitamina A, importante per la pelle e la vista, la vitamina C, importante per le proprietà di difesa immunitaria e antispasmodiche, ma anche il beta-carotene, ferro, calcio, potassio, manganese, rame, zinco e magnesio. Questa spezia è usata principalmente nella cucina mediterranea, ma ha importanti usi terapeutici. Tradizionalmente viene utilizzato per alleviare i disturbi degli organi riproduttivi femminili, i disturbi gastro-intestinali (gonfiore allo stomaco, digestione lenta, eruttazione, flatulenza), ma anche come un diuretico. L’infusione di questa spezia aggiunta al bagno caldo ha un effetto rilassante.

Ribes: gustosi frutti di bosco anti-infiammatori

CurrantIl ribes è una bacca di un arbusto, molto popolari sono il ribes rosso (Ribes rubrum), ribes nero (Ribes nigrum), e ribes bianco (Ribes Hessonite) conosciuta anche come “uva spina”. Questa bacca ha un’alta concentrazione di vitamine tra cui A, le vitamine del gruppo B, vitamina C e K, ma anche molti minerali come calcio, ferro, sodio, zinco, fosforo e potassio. È utilizzato nella medicina tradizionale e nell’erboristeria fin dall’antichità, perché è un frutto con eccellenti proprietà anti-infiammatorie, in particolare del tratto urinario e nel caso di emorroidi. Ha proprietà diuretiche e detergenti per il corpo e viene quindi utilizzato per la preparazione di infusi e composti antiallergici. L’abbondanza di vitamina C protegge il corpo aumentando il sistema immunitario, il succo è infatti utile per contrastare la febbre, la perdita di appetito e migliorare la digestione. È anche un ottimo antiossidante. Il ribes è un frutto non solo utile, ma anche molto gustoso, utilizzato in insalate e bevande spremute. È grande anche per mangiare mentre ci si gode la vita in compagnia o da soli.

Rucola: rendete piccante la vostra insalata

rucolaRucola, riconoscibile per la sua fragranza aromatica, e il suo sapore leggermente piccante, si è diffuso fin dai tempi dei romani, come evidenziato negli scritti di Orazio e Marziale. Il nome Eruca sativa deriva proprio dalla parola urere romana, che significa bruciare a causa della piccantezza dei suoi semi. Come molti altri alimenti vegetali anche la rucola è composta principalmente da acqua, ma ha anche una buona quantità di minerali come calcio, fosforo, sodio, fosforo, zinco, ferro e manganese. Nella rucola ci sono molte vitamine, la vitamina A, vitamina C, alcuni del gruppo vitamine B, vitamina E, vitamina K e vitamina J.
I vantaggi di mangiare queste verdure a basso contenuto calorico sono molti, può essere consumata in insalata, per insaporire i piatti di carne o latticini, e per le zuppe.
Uno degli usi meno noti di questa erba è in capsule pure o come ingrediente per infusi e decotti per rafforzare la diuresi, per drenare e purificare il fegato e come aiuto nella eliminazione dei gas intestinali.

Lattuga: verde vegetale lassativo

LettuceLa lattuga (Lactuca sativa) proviene dalla Siberia, o quantomeno dal’Est, ma era conosciuta e consumata in Europa fin dai tempi dei Greci e dei Romani, in diverse varietà a seconda del clima, come indivia riccia, scarola, radicchio, cavolo, lattuga romana, Lollo, Trocadero, lattuga iceberg e un lungo litorale. La lattuga è un alimento composto per il 95% di acqua, quindi è molto rinfrescante, mentre la parte restante è costituita da fibre, minerali, quali fosforo, calcio, potassio, rame, sodio e ferro, e  vitamine B, C, acido folico (vitamina B9) e beta-carotene, un precursore della vitamina A. La lattuga è lenitiva, calmante, rinfrescante, sedativa per il sistema nervoso e ricca di cellulosa, che aiuta a rafforzare il corpo e ridurre il sintomi di stitichezza o altri disturbi intestinali. Questo alimento è adatto per chi deve controllare le porzioni perché un abbondante ciotola di lattuga all’inizio di un pasto aiuta a sentirsi sazi più in fretta e a regolare lo zucchero nel sangue. La lattuga può essere usata anche per diminuire le occhiaie, ridurre il mal di denti e ridurre gli ascessi.